fbpx

La Regione Lazio, in conseguenza dei danni causati dall’ emergenza COVID- 19, ha varato un piano straordinario di 20 milioni di euro per il settore turistico, che prevede contributi a fondo perduto per gli operatori del settore al fine di fornire un aiuto in termini di liquidità senza creare situazioni di indebitamento. Il piano si basa sull’erogazione di bonus per la ripartenza che diano alle strutture coinvolte un sostegno concreto per affrontare al meglio il riavvio della stagione turistica e delle diverse attività.

Di seguito tutte le informazioni dettagliate per partecipare al Bando.

BENEFICIARI

  • Strutture ricettive Alberghiere, Extra-Alberghiere, e all’aria aperta, gestite in forma imprenditoriale, regolarmente iscritte sul sistema di Raccolta Dati Regionale (RADAR) e registrate nella Banca dati regionale delle strutture ricettive Extra-alberghiere con codice identificativo regionale (CISE) alla data del 6 aprile 2020;
  • Agenzie di viaggi e Turismo della Regione Lazio autorizzate ed iscritte all’ elenco delle agenzie di viaggi e turismo alla data del 6 aprile 2020;
  • Strutture ricettive Extra-Alberghiere del Lazio, gestite in forma prevalentemente non imprenditoriale regolarmente iscritte sul sistema di Raccolta Dati Regionale (RADAR) e registrate nella Banca dati regionale delle strutture ricettive Extra-alberghiere con codice identificativo regionale (CISE) alla data del 6 aprile 2020.

MISURA DEL CONTRIBUTO

 Contributi a fondo perduto fino a un massimo di:

 

Alberghi o Hotel 4 e 5 stelle € 8.000,00
Alberghi o Hotel 3 stelle € 6.000,00
Alberghi o Hotel 1 e 2 stelle € 4.000,00
Residence, Ostelli, Campeggi e Villaggi turistici € 3.000,00
Residenze di campagna o Affittacamere € 1.000,00
Agenzie di viaggio e turismo, Tour Operator € 1.500,00
Case e Appartamenti per vacanze € 600,00
Bed & Breakfast € 600,00
Ostelli per la gioventù € 600,00
Case per ferie € 600,00
Rifugi montani, Rifugi escursionistici, Case del camminatore € 600,00

 

REQUISITI DI ACCESSO

  • Devono essere iscritte al registro delle imprese;
  • Devono avere attiva la sede operativa principale nel territorio della Regione Lazio;
  • Devono essere autorizzate all’esercizio dell’attività ricettiva ai sensi della L.R. n. 13/2007 e ss.mm. e dei relativi Regolamenti regionali attuativi n. 17/2008 e ss.mm. (Strutture alberghiere), n. 8/2015 e ss.mm. (Strutture extralberghiere) e n. 18/2008 e ss.mm. (Strutture all’aria aperta);
  • Non devono aver richiesto ed ottenuto per l’annualità 2020, l’attribuzione di altro analogo contributo a fondo perduto, da parte della stessa Regione Lazio, dello Stato, di Enti locali, associazioni, fondazioni o altri organismi;
  • Non dovevano trovarsi in difficoltà al 31 dicembre 2019, mentre devono attestare di trovarsi in una situazione di difficoltà successivamente a seguito dell’epidemia di COVID-19 per effetto della sospensione o della riduzione dell’attività;
  • Non devono essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria o sottoposto a procedure concorsuali, salvo il caso del concordato preventivo con continuità aziendale;
  • Non devono essere destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’art. 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231;
  • Devono essere in regola con gli obblighi in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • Devono essere in regola con il rinnovo della polizza assicurativa di Responsabilità Civile (ai sensi dell’art. 33, comma 1, della Legge della Regione Lazio n. 13/2007) e della polizza assicurativa o fideiussoria/adesione a fondo di garanzia per il rimborso, in caso di insolvenza o fallimento di intermediario/organizzatore, del prezzo versato per l’acquisto del pacchetto turistico e il rientro immediato del turista (art. 47, comma 2 del D.Lgs. n. 79/2011 e ss.mm.ii.);

SPESE AMMISSIBILI

Il bonus contributo dovrà essere destinato anche per le spese di riavvio dell’attività, di pulizia ed eventuale sanificazione dei locali.

SCADENZA

Domande  entro il 5 Giugno 2020

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.